Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Bruno Giordano

Biografia

Bruno Giordano nasce a Roma il 13 agosto del 1956. Cresce nelle giovanili della Lazio, squadra che lo fa esordire in Serie A nel 1975. Nella stagione 1978-1979 si laurea capocannoniere della Serie A con ben 19 reti e i biancocelesti arrivano all’ottavo posto.

Nel 1980 rimane coinvolto nello scandalo scommesse e viene squalificato per due stagione. La Lazio viene retrocessa d’ufficio in Serie B. Quando Giordano rientra in squadra riporta i biancocelesti in Serie A. Nei successivi due anni partecipa al massimo campionato, fino alla retrocessione della stagione 1984-85. Al termine di quella stagione, il Napoli acquista Giordano per 5 miliardi.

Nella prima stagione napoletana Giordano mette a segno 10 gol in 25 gare di campionato e la squadra arriva terza in classifica dietro le battistrada Juventus e Roma. La stagione 1986-87 si rivela essere memorabile per lo stesso Giordano oltre che per tifosi e società azzurra: il Napoli vince scudetto e coppa Italia in uno straordinario e forse irripetibile double.

La stagione successiva è un Napoli quasi invincibile con Giordano, Maradona e Careca. Dopo aver vinto il campionato d’inverno, la squadra perde uno scudetto già vinto in uno scontro a Napoli contro il Milan di Sacchi, che sfila il titolo a Maradona e compagni vincendo al San Paolo per 2-3. Termina così l’avventura all’ombra del Vesuvio per Giordano.

Le ultime stagioni da calciatore per Bruno Giordano non sono affatto male in termini realizzativi. Infatti trascina nel 1988-89 l’Ascoli ad una storica salvezza realizzando 10 reti, mentre l’anno successivo si trasferisce al Bologna di Gigi Maifredi dove sfiora la qualificazione UEFA, realizzando ancora 7 gol totali. Per altri due anni torna ad Ascoli, dove conquista una promozione nella massima serie e il traguardo delle 100 segnature in serie A. Si ritira dal calcio giocato nel 1992, totalizzando 456 gare e mettendo a segno ben 171 reti complessive.

In Nazionale non ha giocato moltissimo. Sono comunque 13 le presenze con la maglia azzurra, condite da un gol contro la Grecia nell’amichevole di Bari del 1983.

Appese le scarpette al chiodo, per Bruno Giordano inizia la carriera di allenatore, che lo vedrà allenare tantissimi club professionistici. Tra le tante squadre allenate possiamo citare il Messina, la Ternana, l’Ascoli, il Pisa, la Reggiana.

Tutto su Bruno Giordano

Bruno Giordano: "Napoli favorito per lo scudetto ma Inter e Milan non molleranno facilmente"

L’ex attaccante azzurro: “Quest’anno tutte le componenti sono al proprio posto” Bruno Giordano è intervenuto...

Carriera & Palmares

Nazionalità: Italiana

Data di nascita: 13 agosto 1956

Carriera

Giovanili

1969-1976

Lazio

Club

1975-1985

Lazio

1985-1988

Napoli

1988-1989

Ascoli

1990-1992

Bologna

1990-1992

Ascoli

Nazionale

1976-1983

Italia U-21

1979

Italia olimpica

1978-1985

Italia

Allenatore

1993-1994

Monterotondo

1995-1996

Fano

1996-1997

Crotone

1997

Frosinone

1999

Ancona

1999-2000

Nocerina

2000

Lecco

2002

Tivoli

2002-2003

L'Aquila

2003-2005

Reggiana

2006

Catanzaro

2006-2007

Messina

2007

Messina

2009

Pisa

2011

Ternana

2013-2014

Pescara

2015-2016

Tatabánya

Statistiche

Club

Squadra

Presenze

Reti

Lazio

203

86

Napoli

78

23

Ascoli

63

13

Bologna

33

7

Nazionale

Italia

28

8

Bacheca dei trofei

Club

Campionato Under-23

Lazio: 1973-1974

Torneo Internazionale Sanremo

Lazio: 1974

Campionato Primavera

Lazio: 1975-1976

Campionato italiano

Napoli: 1986-1987

Coppa Italia

Napoli: 1986-1987

Allenatore

Campionato Nazionale Dilettanti

Crotone: 1996-1997

Individuale

Capocannoniere della Serie A

1978-1979 (19 gol)

Capocannoniere della Serie B

1982-1983 (18 gol)

Capocannoniere della Coppa Italia

1986-1987 (10 gol)

I Miti Azzurri

UNO DEI MIGLIORI ATTACCANTI DI SEMPRE DEL NAPOLI

Bruno Giordano

UNO DEGLI ATTACCANTI BRASILIANI PIÙ FORTI DI TUTTI I TEMPI

Careca

"EL PIBE DE ORO", IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Diego Armando Maradona

IL "MAREKIARO" DI NAPOLI, storico capitano azzurro

Marek Hamsik

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments