Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

ADL cerca “soluzioni creative” per Raspadori: offerta nuova contropartita

Le ultime sull’affare Raspadori

Affare Raspadori: ci sono ancora distanze da colmare che ieri non si sono ridotte ma sono rimaste tali nonostante il tentativo del Napoli di trovare «soluzioni creative». L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport fa il punto sulla trattativa per l’attaccante classe 2000 del Sassuolo.

“De Laurentiis e Giuntoli hanno infatti provato ad inserire una nuova contropartita tecnica (Petagna) per sbloccare la situazione ma si sono sentiti rispondere che il Sassuolo ha ormai le mani su Pinamonti, ragion per cui Carnevali e Rossi non stanno cercando un altro attaccante. Successivamente, la discussione si è spostata su bonus e futura rivendita con il Napoli che in pratica ha fatto capire come a 35 milioni (30 + 5 di bonus) si possa arrivare facilmente, nel senso appunto che gli incentivi promessi sarebbero di quelli “concreti”. Il Sassuolo, dal canto suo, vorrebbe 35 milioni di base fissa più bonus (tanti e anche in questo caso “facili”) e allora il Napoli si è irrigidito.

Aggiunge “Il Corriere dello Sport”: “”I trenta milioni iniziali di Adl sono cresciuti in trentuno poi si sono trasformati ancora, 28 liquidi e però pagabili in comode rate triennali con nell’affare anche Ounas, valutazione di 12, per un totale di 40”. L’edizione odierna del Corriere dello Sport fa il punto sulla trattativa col Sassuolo per portare Giacomo Raspadori in maglia azzurra: “Il Sassuolo ha le proprie teorie e in materia-Raspadori non intende inserire contropartite tecniche: nessuno conferma che i soldi non siano tutto. Stavolta, certo che sì: è questo il gap, a naso nove-dieci milioni, che rende scivoloso il dialogo, comunque vivo.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rassegna Stampa