Siamo il Napoli
Sito appartenente al Network

Ancelotti, la figlia: “Era venuto a Napoli per vincere ma non sempre le cose vanno come si vuole. Con Ibrahimovic in squadra avrebbe potuto cambiare le cose”

Ancelotti

Ancelotti, la figlia: “Era venuto a Napoli per vincere ma non sempre le cose vanno come si vuole. Con Ibrahimovic in squadra avrebbe potuto cambiare le cose”

Intervistata da Radio Kiss Kiss, la figlia dell’attuale allenatore del Real Madrid Carlo Ancelotti, Katia, ha parlato dell’avventura poco felice del padre a Napoli e delle parole di Ibrahimovic, che aveva spiegato proprio oggi di essere stato vicinissimo agli azzurri prima della cacciata del tecnico.

Ecco le sue parole: “Mio padre era venuto a Napoli per vincere ma le cose a volte non vanno come si vorrebbe. Vincere a Napoli sarebbe stato grandioso! L’ambiente è davvero speciale e non si vince da tempo, sarebbe stato bello farlo. Papà con Ibrahimovic ha un grande rapporto, conosce Zlatan, sa che è una persona molto umile anche se fa il fenomeno. Veramente un peccato perché insieme avrebbero fatto benissimo. Il mese di novembre fu terribile, l’arrivo di Ibrahimovic avrebbe davvero potuto cambiare le cose.

Napoli è stata una grande delusione perché la stagione non era da buttar via ma le cose vanno come devono andare. Adesso sono contenta che sia a Madrid e mi auguro davvero che il Napoli possa vincere lo Scudetto”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico dei Blancos: "Il Napoli ha tanta qualità e un'ottima organizzazione, è una squadra...
Theo, il terzogenito di Zinedine, è stato messo in lista per il match di Champions....
Il tecnico del Real Madrid: "Il contropiede degli azzurri è molto pericoloso, soprattutto con Osimhen...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...

Siamo il Napoli