Siamo il Napoli
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Napoli-Roma, le pagelle degli azzurri: Kvara e Ngonge ispirati, male Juan Jesus

Una gara molto fisica ma nel complesso divertente

Ecco le nostre pagelle sulla prestazione del Napoli di Calzona in questo Derby del Sole, contro la Roma di De Rossi. Un’altra occasione fallita dagli azzurri che si vedono scippare la vittoria al foto-finish, ma quanto pesano i tanti errori sotto porta.

Meret: Mai impegnato. Intuisce il rigore ma Dybala è freddo, Abraham ringrazia la difesa e insacca da due passi, per il resto si fa sempre trovare pronto sulle poche conclusioni della Roma. Voto 5,5

Di Lorenzo: Più convinto. Leggermente in rispolvero rispetto all’inguardabile difensore visto negli scorsi mesi, tante incursioni e iniziative prese in fase offensiva. Voto 6

Rrahmani: Incostante. Abbina errori imbarazzanti a giocate importanti, in fase offensiva, la domanda da porsi e se in tutti questi anni i vari allenatori abbiano sbagliato il suo ruolo. Voto 5,5

Juan Jesus: Incommentabile. Dovrebbe pubblicare un manuale sul come regalare le partite agli avversari, incredibili gli errori macroscopici del brasiliano. Voto 4,5

Olivera: Pimpante. Mai banale sulla sua fascia, se non fosse per gli infortuni dovrebbe ereditare la corsia di sinistra per diritto e merito. Voto 6,5

Cajuste: Deciso. Meno falloso e più propositivo in attacco, a sprazzi da l’idea di essere un vero centrocampista. Voto 6 

Lobotka: Commovente. In quest’ultimo mese commette più errori, ma vederlo correre avanti e indietro anche per i suoi compagni di reparto è veramente speciale. Rischia anche di portare in vantaggio gli azzurri, ma Svilar oggi era invalicabile. Voto 6,5

Anguissa: Tutta testa e niente piedi. Se fosse incisivo, sotto porta, quanto qualitativo sarebbe un centrocampista differente, ma i continui gol sbagliati certificano il motivo per il quale non gioca in squadre realmente internazionali. Voto 5

Politano: Stanco. Pochissimi i suoi impulsi , spesso statico e poco propositivo, ma è l’unico che tenta di accompagnare Osimhen nell’azione. Voto 5,5

Osimhen: Dagli 11 metri. Infallibile dal dischetto, ma anche questa sera dovrà ripensare ad almeno 2/3 potenziali palle gol mal sfruttate. Da sottolineare, come sempre, l’applicazione agonistica e fisica che mette in ogni partita. Voto 6,5

Kvaratskhelia: Ispirato. Tanti i tentativi del georgiano che sfiora svariate volte la rete ma non è fortunato, assieme ad Osimhen è l’anima di questo gruppo svuotato. Voto 6,5

SUBENTRATI

Ngonge: Respira calcio. Inspiegabile il suo mancato impiego nell’undici titolare, si intende a meraviglia con Osimhen e in campo si vede, nettamente il migliore dei subentrati. Voto 6,5

Traoré: Distrutto. Per commentare la sua stagione basta pensare a Calzona che lo sostituisce dopo 19’ dal suo ingresso. Come si può pensare di dare fiducia così ad un ragazzo. Voto 5,5

Raspadori: S.V.

Ostigard: S.V.

Calzona: Completamente fuori controllo. Il Napoli ci prova ed ha una rabbia diversa, e questo non può che far rammaricare tutto l’ambiente che in 3 partite ha visto svanire l’unico obiettivo raggiungibile per salvare questa stagione straziante. Non ci saranno mai abbastanza parole per commentare l’ennesimo ingresso fuori-ruolo di Raspadori e la bocciatura anticipata di Traoré, finito fuori dai radar definitivamente. Gli errori dei singoli, in difesa, tengono nuovamente viva una Roma spenta sotto tutti i punti di vista. Basta così. Voto 4,5

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il nostro giudizio sulla prestazione del Napoli di Calzona, contro il Bologna di Thiago Motta...
I nostri voti alla squadra di Calzona, ospitata questa sera dall'Udinese di Cannavaro...

Dal Network

Importante vittoria della squadra di Gasperini in chiave Champions League, il Napoli non riesce a...

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...

Altre notizie

Siamo il Napoli